Notice: Trying to get property of non-object in /web/htdocs/www.anae.it/home/wp-content/plugins/wordpress-seo/frontend/schema/class-schema-person.php on line 118

Notice: Trying to get property of non-object in /web/htdocs/www.anae.it/home/wp-content/plugins/wordpress-seo/frontend/schema/class-schema-person.php on line 144

Notice: Trying to get property of non-object in /web/htdocs/www.anae.it/home/wp-content/plugins/wordpress-seo/frontend/schema/class-schema-person.php on line 151

In principio erano gli AB 47G

di Antioco Piras

Non so se può essere considerato il primo della storia dell’Aviazione dell’Esercito, ma sicuramente è il primo per me. Io ancora non sapevo leggere, ma mio Papà lo riconoscevo bene nella foto sul giornale. E ricordo anche mia Mamma, attaccata alla radio, ascoltare la cronaca in diretta dal luogo del soccorso. In seguito ho sentito parlare tanto di questo volo ed era diventato la storia che preferivo sentirmi raccontare. Io avevo quasi 5 anni. Non voglio mischiare lontani ricordi con altrettanto lontane sensazioni, mi limito quindi ad una sintesi e riporto quello che scrissero i giornali dell’epoca.
È giovedì 5 marzo 1964, due esperti alpinisti polacchi, Jeyzy Kreiski di 34 anni di Varsavia e il suo compagno Riszard Rodziviski di 29 anni di Cracovia, tentano la scalata della cima Ovest delle Tre Cime di Lavaredo lungo la via chiamata “degli scoiattoli”….. “il Basco Azzurro” 5/2014

.