Il Principe Carlo in volo con l’AVES

L’importante autorità è stata trasportata in volo da un NH90 del 3° Reggimento elicotteri per operazioni speciali (REOS) “Aldebaran” e da un AW139 della Azienda Leonardo. L’ennesima missione affidata agli equipaggi del REOS ha previsto il trasferimento di Sua Altezza, erede al trono di Inghilterra, dall’aeroporto di Firenze Peretola al cimitero militare britannico di Montecchio Precalcino. Gli elicotteri, entrambi di ultima generazione, sono poi decollati dalla base americana “Del Din” di Vicenza diretti al sacrario militare di Valli del Pasubio.

Il giorno successivo, invece, l’Autorità britannica è stata imbarcata a Firenze sugli stessi elicotteri diretto verso le aree del terremoto dell’Italia centrale. L’inedita formazione ha sorvolato le zone di Marche, Umbria e Lazio atterrando ad Amatrice. Il principe Carlo ha visitato quindi le aree sconvolte dal sisma. Prima di rientrare a Firenze si è soffermato con i militari dell’Operazione Sabina, mostrando approvazione per il loro lavoro.

Questa importante e gratificante missione di volo si è andata così ad aggiungere alle innumerevoli attività di prestigio svolte dall’Aviazione dell’Esercito e in particolare, dal 3° REOS a favore dei cittadini e della nazione negli ultimi anni.