SOCCORSO NOTTURNO ALLE TRE CIME

Bolzano, 22 agosto 2017. Alle ore 23:30 del 21 agosto 2017, il 4° reggimento Aviazione dell’Esercito “Altair” di Bolzano veniva attivato per valutare la fattibilità di un recupero di un traumatizzato in pericolo di vita che, a seguito di una caduta, versava in gravi condizioni e risultava bloccato a 2600 m di quota sulla parete di Cima Grande in località Tre Cime di Lavaredo. Veniva pertanto attivato il piano di Pronto Intervento di Base e avviati i contatti con le squadre di soccorso del CNSAS della sezione di Auronzo di Cadore, già intervenuto sul posto per il coordinamento della missione di soccorso.

Allertata la catena di comando e controllo della Prefettura di Bolzano, la missione veniva autorizzata. Alle 00:30 l’elicottero decollava per il Rifugio Lavaredo, dove, imbarcato un soccorritore del CNSAS, veniva condotta una prima ricognizione sul punto dove il traumatizzato era stato stabilizzato e barellato per il successivo recupero in parete. La posizione nella quale era bloccato il traumatizzato appariva immediatamente critica e veniva verificata l’impossibilità di poter procedere con il recupero a mezzo verricello. Si decideva allora di far riposizionare il ferito in un punto più accessibile ad una distanza maggiore dalla parete rocciosa.

Dopo circa 30 minuti l’elicottero si riportava sul nuovo punto e procedeva al recupero, non senza difficoltà, del soccorritore e del traumatizzato, che risultava essere una scalatrice di nazionalità francese che aveva subito un forte trauma alla colonna vertebrale. L’infortunata veniva dunque trasportata immediatamente in elicottero presso l’Ospedale Codivilla di Cortina. L’equipaggio, al termine dell’intervento faceva rientro presso la base di Dobbiaco.

Ten. Emanuel Contino