CONCLUSA LA PRIMA CAMPAGNA TIRI DELL’AVIAZIONE DELL’ESERCITO 2018

Bolzano, 5 maggio 2018. Si è conclusa la prima Campagna-Scuola Tiri dell’Aviazione dell’Esercito 2018, condotta presso il poligono permanente di Capo Teulada (CA) in atto dallo scorso 26 marzo 2018.

La Campagna è stata pianificata, organizzata e condotta dal 4° Reggimento Aviazione Esercito “Altair”, designato dal Comando Aviazione dell’Esercito come Reparto pilota, per raggiungere l’obiettivo di qualificare, mantenere e ripristinare piloti, tecnici operatori di bordo e mitraglieri di bordo della Specialità all’impiego dei sistemi d’arma degli aeromobili, in aderenza alle necessità connesse all’impiego nei teatri operativi.

Allo scopo è stata quindi costituita una task force “Altair”, su base 4° Reggimento dell’Aviazione dell’Esercito “Altair”, agli ordini del Comandante di Reggimento nonché direttore di esercitazione, Colonnello Massimiliano Belladonna.

Al fine di integrare il personale e gli assetti in concorso dai vari reparti dell’Aviazione dell’Esercito, si è provveduto a garantire il framework di supporto essenziale alla condotta delle attività di tiro, incluso il rischieramento sull’Aerocampo di Teulada e l’allestimento dei servizi necessari ad accogliere il personale addestrato e di supporto all’attività di volo e addestrative in poligono.

Per la Campagna sono stati impiegati assetti UH-205A del 4° Reggimento dell’Aviazione dell’Esercito “Altair”, EES-129D del 7° Reggimento dell’Aviazione dell’Esercito “Vega”, UH-90A del 7° Reggimento dell’Aviazione dell’Esercito “Vega” e del 3° Reggimento Elicotteri per Operazioni Speciali “Aldebaran”, CH-47F del 1° Reggimento dell’Aviazione dell’Esercito “Antares”.

Inoltre sono stati impiegati assetti UH-412 del 21° Gruppo Squadroni “Orsa Maggiore”, per garantire lo sgombero sanitario e la capacità antincendio, nonché assetti Dornier DO-228 del 28° Gruppo Squadroni “Tucano”, per il trasporto del personale in addestramento.

Prezioso è stato anche il contributo di un team di istruttori del Centro Addestrativo Aviazione dell’Esercito, che ha condotto le attività di abilitazione, mantenimento e ripristino del personale addestrato, riuscendo in poco tempo a concentrare le azioni propedeutiche necessarie alla condotta dell’attività di tiro in massima sicurezza.

Cura particolare è stata dedicata agli aspetti di tutela ambientale che, nel rispetto di tutte le normative vigenti, ha richiesto un importante lavoro preparatorio per l’utilizzo del poligono. È stata posta un’attenzione particolare all’allestimento, con la realizzazione di bersagli artificiali ad hoc per preservare l’integrità del terreno e permettere il recupero di tutti i rifiuti militari, oltre alla massima cura nelle operazioni di bonifica. A tale proposito, la Campagna è stata l’occasione per sperimentare e certificare un nuovo tipo di munizionamento per il sistema d’arma TM-197B da 20mm, installato su l’elicottero da esplorazione e scorta 129D, sostituendo con munizionamento inerte il tradizionale munizionamento esplodente da 20mm, pur mantenendo simili effetti balistico-cinetici.

L’organizzazione messa in campo ha consentito di addestrare al tiro, diurno e notturno, un totale di 97 unità, su più sistemi d’arma in dotazione al singolo elicottero.

In particolare sono stati impiegati i sistemi M 24/B e M 41/B con munizionamento calibro 7,62mm, installate rispettivamente sulle porte laterali anteriori e sulla rampa posteriore del nuovo CH47F, oltre al sistema d’arma M3M con munizionamento da 12,7mm impiegato in rampa. A queste si aggiungono i sistemi d’arma dell’elicottero da esplorazione e scorta AW-129 ed in particolare quelli dell’ultima versione “D”, che permette oltre all’impiego del cannone frontale da 20mm TM-179B, anche quello del sistema OTS-WS Spike di ultimissima generazione. Sono stati inoltre impiegati anche le PMG M-134D, su base minigun calibro 7,62 a 6 canne rotanti, installati sia su l’elicottero da trasporto tattico UH-90 che su CH47F, ed i sistemi d’arma M-23, basati sempre mitragliatrice MG42/59, che attualmente impiegati su tutte le linee elicotteri da supporto al combattimento UH205/212/412.

L’attività a fuoco è stata seguita nella giornata del 17 aprile anche dal Comandante della divisione “Friuli”, Generale di Divisione Carlo Lamanna che, accompagnato dal Comandante dell’Aviazione dell’Esercito, Generale di Brigata Paolo Riccò, ha assistito a una sessione di tiri diurni degli assetti EES-129 e UH90A in dotazione alla brigata “Friuli”, esprimendo a tutto il personale coinvolto e quindi al Comandante del 4° reggimento Aviazione Esercito “Altair” il suo apprezzamento per la proficua organizzazione e per gli ottimi risultati raggiunti.

 

Cap. Emanuel Contino