Centenario della morte del sergente maggiore Giannetto Vassura

Il 27 Ottobre 2018 la città di Cotignola, una ridente cittadina in provincia di Ravenna sulle sponde del fiume Senio, a circa metà strada tra Faenza e Lugo, città natale dell’Asso dell’Aviazione Francesco Baracca,  ha celebrato  il centenario della morte del sergente maggiore Giannetto Vassura, caduto al fronte il 27 ottobre 1918 nei pressi di San Pietro in Feletto (TV), durante una missione di bombardamento, con alcune celebrazioni a Palazzo Sforza, sede del Comune cotignolese.

Alle 9.30 al cimitero monumentale di Cotignola è stata deposta  una corona d’alloro alla memoria, alla presenza di autorità civili e militari, una seconda corona, e stata deposta presso la casa natale del sergente Vassura, in via Roma 19 e a seguire si è svolta la visita al murale dello “street artist About Ponny” dedicato all’aviatore.

Alle 11.00 presso l’area sportiva “Giannetto Vassura”,  è  avvenuto il saluto delle autorità militari, con l’atterraggio di un elicottero A-129 Mangusta, un passaggio involo di un NH-90 entrambi del 7° Reggimento AVES “Vega” di Rimini, e il picchetto celebrativo con l’alzabandiera alla presenza anche degli alunni e insegnanti dell’istituto comprensivo “Don Stefano Casadio” di Cotignola. Alle 12.30 a palazzo Sforza si è svolta la proiezione di immagini dei velivoli dell’epoca e si sono succeduti gli interventi delle autorità del territorio. La manifestazione, si è conclusa con un piccolo rinfresco ai presenti.  Le iniziative che hanno avuto un grande successo e una numerosa e sentita partecipazione di cittadini, sono state organizzate dal Comune di Cotignola in collaborazione con il 7° Reggimento Aviazione dell’Esercito “Vega” di Rimini Miramare.

Claudio Toselli