La Storia dell’Aviazione dell’Esercito nella nuova Area Museale della Caserma “Chelotti”

Soci in congedo e in servizio possono contribuire con la propria passione ed  esperienza a sostenere, dedicando un po’ del proprio tempo, questo “nostro” grande progetto che da un sogno, coltivato dai nostri pionieri, è diventato realtà, con la determinazione dello SME V Reparto in data 31 luglio 2020.

Un percorso museale diffuso all’interno della caserma “Chelotti” con un’area dedicata all’esposizione degli aeromobili della Specialità dagli anni ’50 ai giorni nostri. Saranno ben 15 gli aeromobili in esposizione.

Oltre all’L-18 EIMU e all’AB-47 schierati all’entrata della struttura, saranno posizionati in un’area dedicata, ulteriori aeromobili quali: L21, AB-205, AB-206, A-109, CH-47C, A-129, L-19, AB-47J, AB 212, AB-412, in modo da rappresentare i principali mezzi della Specialità degli anni ’70, ’80 e ’90.

All’interno dell’edificio adibito a sala museale sono in fase di allestimento cinque nuove sale al fine di conferire maggiori capacità didattiche alla struttura. Una sala sarà dedicata agli aviatori dell’esercito che hanno operato agli albori del volo. dal 1908 sino al 1923, quando venne costituita la Regia Aeronautica. Qui saranno esibite fotografie e cimeli della guerra di Libia e della prima guerra mondiale, nonché modellini dl aerei del primo Battaglione Aviatori.

Una seconda sala sarà adibita a emeroteca e ufficio del personale dell’ANAE, una terza sala sarà allestita con sedie e proiettore per mostrare filmati, ovvero tenere conferenze tematiche o riunioni. Nelle ultime due sale sarà sistemato un rarissimo simulatore link trainer ANT-18, vero reperto storico che ben trasmette l’idea di come veniva svolto l’addestramento al volo strumentale e un simulatore dell’aereo SM 1019.

In proposito appare persino superfluo sottolineare che il Museo rappresenterà simbolicamente parte della nostra vita, e non soltanto professionale. Sarà in concreto l’essenza del percorso che abbiamo scelto tra tutti i sogni che hanno affollato i cuori della nostra giovinezza. Ci ricorderà le nostre passioni, il nostro orgoglio di volare, il nostro essere “Baschi Azzurri dell’AVES”. Di aver contribuito a fare la Storia dell’Aviazione.

Per questo rispondiamo ai sentimenti che ci scaldano le vene.

Invito tutti a collaborare al funzionamento della struttura contribuendo al suo allestimento e mantenimento dell’area museale.

Rivolgetevi alla vostra Sezione ANAE o inviate una email a presidenza@anae.it

Il Presidente Nazionale
Sergio Buono