Basi logistiche

Le basi logistiche addestrative, classificate quali “Organismi di particolare protezione sociale” (art. 465 del DPR 15 marzo 2010, n. 90 “Testo unico delle disposizioni regolamentari in materia di ordinamento militare, a norma dell’art. 14 della legge 28 novembre 2005, n. 246”), hanno la finalità di consentire prioritariamente al personale in servizio presso enti o reparti di maggiore impegno operativo, di trascorrere periodi di riposo e di recupero psico-fisico in località aventi peculiari caratteristiche climatiche. In tale quadro, l’art. 464 del citato DPR recita che “gli interventi di protezione sociale si inseriscono istituzionalmente nell’attività funzionale delle Forze armate allo scopo di favorire il mantenimento della efficienza psico-fisica del personale militare, conservare l’aggregazione sociale dei dipendenti e delle loro famiglie, il loro arricchimento culturale nonché di conseguire proficui rapporti di democratica interazione con la collettività esterna, per il pieno sviluppo della persona umana dedicata al bene comune della difesa della Patria”. L’Esercito guarda quindi con attenzione crescente a tutte le attività connesse con il benessere del personale e lavora per il mantenimento delle strutture per consentire un periodo di meritato riposo a coloro sono impegnati nei diuturni e gravosi impegni al servizio del Paese, in Patria e all’estero.

Centro Prenotazioni Soggiorni Ufficio Affari Generali – Via XX Settembre 123/A, 00187 Roma Tel: 0647358585 Fax: 0647358505 Sotrin: 1038585 Fax Sotrin: 1038505
Orari 08:15 – 16:30 dal lunedì al giovedì e 08:00 – 14:00 il venerdì.
Il servizio e-mail basilogistiche@esercito.difesa.it è sempre disponibile.
All’istanza sarà data risposta entro 48 ore lavorative.

 

INDICE  DELLE BASI LOGISTICHE:

 

BARDONECCHIA
Alta Valle Susa, via Bramafan, 60 – 10052 Bardonecchia (TO) – Telefono 0122 999873 – Fax 0122 902125 – Sotrin 1135546 – Ricettività: Camere con servizi (2, 3, 4 e 5 letti) e Mini Alloggi (2 e 4 letti)

Il soggiorno è situato nella località di Bardonecchia ad una altezza di 1312 m.. E’ posto a circa 300 metri dalla seggiovia del Colomion, comprensorio composto da 21 impianti moderni per complessivi 100 km di piste di varia difficoltà, di cui 35 km con innevamento programmato, per soddisfare anche gli sciatori più esigenti. Durante il periodo estivo vengono organizzate proiezioni di film, spettacoli vari, mostre d’arte, serate danzati, tornei, escursioni a piedi e passeggiate in mountain bike. A queste, si aggiungono innumerevoli iniziative degli enti locali tra cui mostre fotografiche, stands di enogastronomia e mercatini dell’antiquariato. Dal soggiorno dipendono le basi logistiche di Cesana Torinese, Sestriere e Valtournenche (attualmente in ristrutturazione). La caserma “Tabor”, sede della Base Logistica di Bardonecchia, è stata costruita fra il 1938 e il 1939 a favore di un Presidio di Artiglieria e del Genio del Regio Esercito e, fino agli inizi della Seconda Guerra Mondiale, poteva contenere circa 600 militari. Nell’attuale sala cinema c’erano le scuderie che contenevano fino a 50 quadrupedi; nell’attuale palazzina “A” dimoravano gli Ufficiali mentre nella palazzina “Mini Alloggi” di Viale della Vittoria vivevano i Sottufficiali. Dagli anni ’50 alla fine degli anni ’60, la struttura, prendendo il nome negli anni ’70 di “Sala Convegno Ufficiali”, è diventata un appendice del Circolo Ufficiali dell’allora Comando Territoriale di Torino. Nel 1981, cambiò denominazione ed utilizzo divenendo a tutti gli effetti base logistica-addestrativa.

TORNA ALL’INDICE

CESANA TORINESE

Alta Valle Susa, 1345 m. s.l.m. – Via IV Novembre, 15 – Telefono 0122 999873 – Fax 0122 902125 – Ricettività: Mini Alloggi – Dipendenza Bardonecchia

Cesana è una famosa località turistica che si trova sul tracciato della strada romana che portava dalla Pianura Padana alle Gallie. L’economia del paese è oggi fortemente legata al turismo, in particolar modo a quello invernale. Non a caso Cesana Torinese ha recentemente riaffermato e sviluppato ulteriormente la propria vocazione turistica sia come importante punto di salubre residenza e di transito verso altre località sia come luogo di convergenza dei maggiori impianti sportivi della zona. Essa è collegata al grande comprensorio sciistico della “Via Lattea” con tre seggiovie quadriposto (a circa 100 m dai mini alloggi) che portano sia sulle piste dei Monti della Luna e agli impianti di Claviere sia sul versante opposto, collegato con gli impianti di San Sicario e di Sestriere. È stata una delle sedi dei XX Giochi olimpici invernali e dell’Universiade invernale 2007. I mini alloggi di Cesana sono costruiti per consentire di trascorrere periodi di riposo a contatto con la natura godendo del silenzio e degli spettacolari paesaggi offerti dalle Alpi a breve distanza dal passo del Monginevro e da Sestriere (circa 10 km). In tutte le stagioni, gli Enti locali organizzano eventi, mostre e fiere di vini.

TORNA ALL’INDICE

SESTRIERE

Via Colle Basset, 3 Sestriere (TO) – Ricettività: Mini Alloggi – Dipendenza Bardonecchia

Il soggiorno denominato “Rifugio Venini” si trova in pieno centro abitato nel Comune di Sestriere (2050 s.l.m.) presso l’imbocco della strada provinciale (ex militare) per il Colle Basset e dipende funzionalmente dalla Base di Bardonecchia. La struttura dispone di una saletta attrezzata per la colazione e rappresenta l’ideale base di partenza sia per tutti gli amanti degli sport invernali (gli impianti distano circa 300 m) sia per coloro che amano godere della quiete e degli splendidi paesaggi di suggestiva bellezza offerti dalle Alpi. Sestriere è meta storica per il turismo internazionale e punto di sicuro riferimento tanto da essere stato più volte scelto come teatro di grandi eventi sportivi, dagli innumerevoli appuntamenti di Coppa del Mondo di Sci, passando per i Mondiali di Sci del 1997, sino alle Olimpiadi e Paralimpiadi Invernali di Torino 2006. Centro del grande comprensorio della Via Lattea, Sestriere offre agli sciatori la possibilità di collegamento con altre cinque stazioni per un totale di 400 km di piste, molte dotate di innevamento programmato, servite da impianti di risalita in molti casi accessibili anche ai disabili.

TORNA ALL’INDICE

CAMIGLIATELLO SILANO

Altopiano della Sila, 1400 m. s.l.m. – Località Fago del Soldato n. 31 – Celico (CS) – Telefono 0984 579305 – 0984 579306 – Ricettività: Camere con servizi (2 letti) 
Il soggiorno è situato sull’altopiano della Sila Grande, ad una distanza di 37 Km da Cosenza, 3 Km da Camigliatello, 72 Km dall’aeroporto di Lamezia Terme e circa 70 Km dalle coste ionica e tirrenica. L’altopiano Silano sorge su un territorio noto principalmente per le straordinarie risorse paesaggistiche ed ambientali. Gli incantevoli boschi ricchi di flora e fauna, i diversi laghi, realizzati artificialmente, e la bellezza unica e indescrivibile del Parco Nazionale della Calabria sono gli aspetti di maggior interesse turistico della zona. Durante tutto l’anno, vengono organizzate varie manifestazioni sportive e folcloristiche quali gare di pesca e di windsurf sui laghi, concorsi ippici, tornei di tennis e calcetto, competizioni sciistiche e manifestazioni tipiche silane come la sagra del fungo con stands gastronomici, dove si ha la possibilità di gustare le svariate specialità locali. A pochi chilometri dalla base, sono presenti gli impianti sciistici di “Pagliata” e “Camigliatello Silano”. Immerso nel cuore della Sila Grande, l’abitato di Camigliatello si presenta ai visitatori in tutta la sua bellezza, con le sue suggestive abitazioni in legno, circondato da fitte e lussureggianti foreste di conifere e smisurate distese verdi. Le feste e le sagre, in ogni periodo dell’anno, ravvivano le vie del paese e danno ai turisti l’opportunità di conoscere usi e costumi ormai dimenticati e di riscoprire un meraviglioso angolo della Calabria ricco di tradizioni e di storia. Nelle stagioni estive e invernali, le Ferrovie della Calabria organizzano un viaggio in treno da Camigliatello Silano a San Nicola – Silvana Mansio. Si utilizzano carrozze storiche, datate 1932, al traino di locomotive a vapore. L’iniziativa è da sempre una grande attrattiva per i turisti e per gli appassionati di ferrovie, affascinati dai paesaggi che questa linea ferroviaria attraversa.

TORNA ALL’INDICE
CA VIO’
Via delle Batterie, 2 – 30100 Cavallino Tre Porti (VE) –Telefono 041 966533 – Fax 041 966100 – Sotrin 1258637 – Ricettività: Boungalow (4 letti) e Campeggio militare

Il soggiorno di Cà Vio è situato nel territorio comunale di Cavallino Treporti (VE) e comprende l’intero litorale nord della penisola del Cavallino. Copre un’area di 65.000 mq di macchia mediterranea tra il Camping “Dei Fiori” ed il Camping “Boschetto”. La spiaggia sabbiosa si trova al confine del campeggio. La struttura offre piazzole per roulotte e tende ed è dotata di bungalow. Le manifestazioni principali che si svolgono in estate nella città lagunare sono: la festa del Redentore (3° week-end del mese di luglio), la festa della canzone veneziana (agosto), la mostra internazionale del cinema (agosto-settembre) e la regata storica (1^ Domenica di settembre). Uno degli eventi più importanti dell’anno è il Palio Remiero delle Contrade di Cavallino-Treporti: le 12 “Contrade” in cui è suddiviso il territorio (Faro Piave Vecchia, Cavallino, Ca’ di Valle, Ca’ Ballarin, Ca’ Vio, Ca’ Pasquali, Ca’ Savio, Punta Sabbioni, Treporti, Saccagnana, Mesole e Lio Piccolo) si sfidano ogni anno in una delle tradizioni più consolidate del territorio, la voga. A soli 40 minuti di battello dal piazzale di Punta Sabbioni, è possibile arrivare in quel museo a cielo aperto che è Venezia. Passeggiare in pochi minuti tra piazza San Marco, il ponte di Rialto e l’Accademia rappresenta un’esperienza meravigliosa. Visitando gallerie d’arte, chiese e musei o semplicemente perdendosi tra calli e callette potrete coniugare ad una vacanza di relax un indimenticabile godimento culturale.

TORNA ALL’INDICE

CECINA
Villa Ginori, Via Ginori, 100 – 57023 Cecina (LI) – Telefono 0586 620593 – Sotrin 1318204 – 1318202 – Ricettività: Camere con servizi (2, 3, 4 e 5 letti)

Il soggiorno è situato sulla foce del “Cecina” e ha una spiaggia con sabbia di fiume a grana grossa mista a ghiaia. La spiaggia è dotata di circa 200 ombrelloni con sdraio e lettini, pattini, pedalò, canoe e un centinaio di cabine. La base è provvista di piscine, campo da calcio, da tennis e ping-pong. Durante il periodo di soggiorno, vengono frequentemente organizzate serate danzanti, parallelamente ad una consolidata attività di miniclub per i bambini. Per tutto l’anno, specialmente nel periodo estivo, il Comune di Cecina organizza avvenimenti, manifestazioni di rilievo internazionale, feste e sagre. Inoltre, la felice posizione di Cecina permette agevoli spostamenti in località ricche di fascino e di storia quali Siena, Pisa, Volterra e Viareggio. Cecina è incastonata tra l’azzurro del mare della Costa degli Etruschi ed il verde della campagna. A Marina di Cecina, dove il mare è limpido ed accessibile, è possibile praticare numerosi sport, passeggiare nella pineta (lunga quindici chilometri) oppure trascorrere, in tutte le stagioni, giornate all’insegna del relax e del divertimento.

TORNA ALL’INDICE

CEFALU’
Caserma Botta – Piazza Cristoforo Colombo – 90015 Cefalù (PA) – Telefono 0921 423262 – Sotrin/Fax 1619693 – Ricettività: Mini Alloggi (2, 3 e 6 letti)

La Base è situata nei pressi del centro storico, a pochi passi dal mare. Il complesso è costituito da mini alloggi molto confortevoli ed attrezzati per la preparazione e la consumazione dei pasti. Al suo interno, vengono organizzate serate di animazione con musica, balli, karaoke e proiezione di film. Cefalù è un accogliente e generoso borgo di circa 14.000 abitanti, considerato tra i più belli di Italia per le sue contaminazioni greche, romane e arabe e per la qualità dei servizi che offre ai suoi cittadini e alle migliaia di turisti che ogni anno la scelgono come meta per le vacanze. La distanza dalla spiaggia libera sabbiosa è di circa 30 m, mentre il lido “convenzionato” dista 50 m. A circa un’ora di strada dalla base, si possono visitare il parco delle Madonie e il parco dei Nebrodi. Cefalù è famosa, oltre che per le sue spiagge, anche per la Cattedrale, capolavoro architettonico dell’epoca normanna. La tradizione narra che Ruggero II volle la costruzione della chiesa per compiere un voto da lui fatto quando, colto in mare con la sua flotta da una furiosa tempesta, riuscì ad attraccare proprio in questa zona. I lavori per la sua costruzione iniziarono nel 1131 e si prolungarono per oltre un secolo. Imponente, domina con la sua mole le case sottostanti, mentre la rupe sullo sfondo ne esalta la monumentalità. Due torri gemelle, ma non perfettamente identiche, affiancano la facciata e ne accentuano la maestosità. All’interno, la cupola dell’abside e le pareti del presbiterio sono rivestite da pregevoli mosaici su fondo d’oro che risalgono al XII secolo.

TORNA ALL’INDICE

SIRACUSA

Piazza “Federico di Svevia” – Telefono 093/1461031 – Sotrin 1636222 – email: baselogisticasiracusa@virgilio.it – Ricettività: Mini Alloggi (2, 3 e 4 letti) – Dipendenza da Cefalù

La Base Logistica, situata nella storica isola di “Ortigia”, è costituita da un’unica struttura e uno splendido terrazzo, posto nella parte retrostante, con una magnifica vista sul mare. L’ingresso è quasi adiacente all’entrata dello storico castello “Maniace”, un tempo residenza di Federico II. I siti balneari particolarmente rinomati e consigliati sono: Arenella, posta a sud di Siracusa, distante circa 10 Km dalla Base, particolarmente apprezzata per la limpidezza del mare; Fontane Bianche e Ognina, distanti 15 km da Siracusa, simbolo della villeggiatura estiva e famose sia per le spiagge sia per lo splendido mare; Isola, distante dalla base circa 10 Km, porta d’ingresso dell’ennesima perla naturalistica del territorio cittadino che fronteggia l’isola di Ortigia assieme al Porto grande e la terraferma. A Siracusa sono presenti diversi musei che raccolgono le testimonianze storiche della città, come il Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi, centro di riferimento per l’archeologia dell’intera Sicilia orientale, grazie a vasi, monili, decorazioni e oggetti vari provenienti da siti che vanno dall’età preistorica sino a quella romana, il Museo Bellomo che raccoglie le opere d’arte delle maestranze locali, tra cui l’Annunciazione di Antonello da Messina, le opere dei fratelli Gagini nonché le tele del siracusano Marco Costanzo, allievo di Antonello da Messina, e di Mario Minniti, amico e collaboratore del Caravaggio. Da ricordare anche La casa di Loreto dei veneti Alessandro Padovano e Giovan Maria Trevisano e l’Immacolata del pittore fiammingo Guglielmo Borremans; nonché il “Museo dei pupi siciliani”. Da qualche anno, è attivo il Museo dell’INDA, in cui vengono predisposte esposizioni temporanee dedicate alla storia delle rappresentazioni classiche. In gestione privata, vi è il ricchissimo Museo del cinema (il terzo museo più grande d’Italia), in cui vengono raccolti cimeli e film di ogni tempo. Nel 2010 è stato inaugurato il museo del mare.

TORNA ALL’INDICE

COLLE ISARCO
Via Stranghe, 2 39041 (Bolzano) – Telefono 0472 632466 – Fax 0472 632467 – 0472 633069 – Sotrin 1243500 – Ricettività: Camere con servizi (1, 2, 3, 4 e 5 letti) e Mini Alloggi (2, 4 e 5 letti)
Il soggiorno di Colle Isarco (BZ) è dislocato nella parte estrema dell’Alta Valle Isarco, a sua volta circondata dalla splendida catena montuosa delle Dolomiti. Colle Isarco è vicino ad altre località turistiche, quali: Vipiteno, Merano, Brunico, Bressanone, Ortisei e Innsbruck (l’Austria dista circa 5 km). La base è ubicata nella struttura militare “Caserma Baisi”, articolata su 3 palazzine, nelle quali sono state realizzate comode camere da letto e mini alloggi di varie tipologie forniti di ogni confort (TV, telefono) e con servizi annessi. A 8 km dal Soggiorno, è possibile raggiungere Ladurns, località attrezzata di seggiovia coperta a 4 posti, dove opera la locale scuola di sci che annovera validissimi maestri. Colle Isarco è una rinomata meta turistica, tra le principali attrattive spiccano il Tribulaun ed il ghiacciaio Montarso ideali per intraprendere bellissime passeggiate con percorsi facili ed effettuare escursioni più impegnative sul ghiacciaio. Ma non ci si diverte solo in pista: si può scegliere tra una romantica camminata con le ciaspole, un’escursione di sci d’alpinismo o una allegra discesa con lo slittino. Uno zaino, un paio di scarponi e la felicità di immergersi nella natura. Non serve nulla di più per andare, seguendo i propri ritmi, alla scoperta della Valle Isarco. All’escursionista il paesaggio rivela la sua anima e la varietà della sua natura: le distese di prati in fiore, le rarità della flora alpina e la maestosità dei suoi picchi rocciosi.
VILLA ZAZA – COLLE ISARCO – Località S. Antonio a 8 Km da Colle Isarco
Telefono 0472 632466 – Fax 0472 632467 – 0472 633069 – Sotrin 1243500 – Ricettività: Mini Alloggi (2, 3 e 4 letti)

Posto a pochi chilometri da Colle Isarco, il comprensorio denominato “Villa Zaza” mette a disposizione del personale dei confortevoli mini alloggi. La località S. Antonio in Val di Fleres, in passato chiamata anche “Valle dell’argento” a causa dell’industria mineraria, è oggi uno dei luoghi più incontaminati dell’Alto Adige e si trova vicino alla Valle Isarco. In particolare, la Valle inizia a Colle Isarco come valle laterale e mostra tutta la spettacolarità della sua natura rigogliosa. Ci sono un’infinità di cose da ammirare: i masi di Stein, la cascata “Zur Hölle” ad Innerpflersch/Fleres di Dentro e l’Alta Via del Tirolo. Di una bellezza cruda ed affascinante, le montagne della Val di Fleres sono attraversate da un unico, fitto, reticolo di sentieri. E per chi mira sempre più in alto, la zona offre mille occasioni per praticare tutti gli sport di quota: dalla mountain bike alle arrampicate ed ai tour alpinistici. In inverno, il piccolo centro pullula di turisti: una funivia circolare a quattro posti e due skilift conducono al comprensorio sciistico con 15 km di piste.

TORNA ALL’INDICE

EDOLO
Val Camonica, Via Porro 136 – Telefono 0364 71015 – Fax 0364 71400 – Ricettività: Camere con servizi (2, 4 e 5 letti)

Il soggiorno è situato in Alta Valcamonica, a nord del lago d’Iseo, e dista poco meno di 100 km da Livigno e da St. Moritz. Il paese di 4.500 abitanti è attrezzato con presidio ospedaliero ed è circondato dai parchi dell’Adamello e dello Stelvio. La struttura dispone di stanze di varie tipologie comprensive di servizi igienici interni, doccia, frigo bar e TV satellitare. La località si presta come meta turistica grazie ai suoi caratteristici laghetti e torrenti ideali per picnic, escursioni e pesca sportiva mentre gli amanti degli sport invernali possono contare su 100 Km di piste del modernissimo comprensorio sciistico di Ponte di Legno-Tonale, distante 15 Km, che assicura l’assoluta garanzia della neve grazie al ghiacciaio del Presena. Un modo insolito per godere la natura è costituito dalle passeggiate a cavallo percorrendo gli sterrati o le mulattiere che si addentrano nel bosco. Inoltre, Edolo offre ai turisti una valida alternativa agli sport della montagna, sia estivi che invernali, con escursioni ai parchi nazionali, gite a St. Moritz, Livigno, Montisola, sul lago d’Iseo, al centro mondiale di incisioni rupestri di Capodiponte e sul ghiacciaio del Bernina con il celebre trenino rosso. Posto a 699 metri sul livello del mare e circondato dai monti, Edolo offre un clima salubre in tutte le stagioni. Gli inverni, non particolarmente rigidi, sono seguiti da estati fresche che ne fanno la meta ideale per fuggire alla calura afosa della Pianura Padana e delle grandi città. Nel territorio circostante si possono riscoprire i tradizionali alpeggi e i sentieri che portano alle cime più famose del gruppo dell’Adamello e agli splendidi laghetti di cui queste montagne sono costellate.

TORNA ALL’INDICE

MILANO MARITTIMA
Via Matteotti, 184 – 48016 Milano Marittima (RA) – Telefono 0544 949339 – Sotrin 1341608 – Ricettività: Camere con servizi (1, 2, 3, 4 e 5 letti) e Mini Alloggi (2 e 4 letti)
Il soggiorno, posto nel cuore della famosa riviera romagnola, dispone di accesso diretto al mare e si compone di un corpo centrale e di alcune unità alloggiative poste ad arco. Le camere, tutte al piano terra sono dotate di servizi igienici indipendenti e di frigorifero. A ciò, si aggiungono alcuni minialloggi situati di fronte alla base. La spiaggia, ampia (100 metri di profondità) e sabbiosa, è dotata di cabine, attrezzature balneari (ombrelloni-lettini-sdraio), noleggio natanti e canoe. A pochi km dal Soggiorno, sono facilmente raggiungibili Ravenna, Cesena, Cervia, Rimini, San Marino, Ferrara, Forlì e diversi parchi di divertimento come “Mirabilandia”, “Fiabilandia”, “Aquafàn”, “Oltremare” e “Italia in miniatura”. A un secolo dalla sua fondazione, Milano Marittima non è solo una delle più note località balneari della Riviera Romagnola, ma rappresenta un vero e proprio “monumento” della storia del turismo italiano. Strutture di primo livello, per una vacanza al mare particolarmente adatta alle famiglie e ai bambini, grazie anche al fondale regolare e sostanzialmente privo di pericoli. Passeggiando per le vie di Milano Marittima, magari dopo una bella giornata in spiaggia, non si potrà non essere avvolti dalla sua atmosfera particolare, animata ma non chiassosa: eleganti negozi per uno shopping raffinato, prestigiosi ristoranti per gustare le specialità locali a base di pesce, luminosi locali notturni dove trascorrere una notte in allegria. Sempre, però, avvolti dal fresco della pineta, vera oasi di tranquillità e serenità.

TORNA ALL’INDICE
 

MUGGIA

Strada del Lazzaretto, 14 – 34015 Muggia (TS) – Telefono 040 330636 – Sotrin 1235010 – Ricettività: Mini alloggi (2, 3, 4 e 5 letti), Bungalow con angolo cottura (2, 3 e 4 letti) e Campeggio militare

Affacciata sull’insenatura protetta che porta il suo nome, Muggia è una cittadina di antico impianto con ancora lunghi tratti di mura e piacevoli quartieri di sapore veneziano. Il centro storico si concentra intorno al “mandracchio” (la darsena che arriva fin dentro l’abitato), presso la quale piazza Marconi raccoglie gli edifici storici di maggiore interesse tra i quali spiccano il Duomo ed il Palazzo Comunale. Il soggiorno consiste in un parco verde di 70.000 mq delimitato dal mare per 2/3 del suo perimetro (l’intera fascia costiera di Trieste è di natura rocciosa), con orientamento a Sud-Ovest. E’ dotato di mini alloggi di varie tipologie, piazzole per roulotte e tende con annesse colonnine per la distribuzione di corrente elettrica, servizi igienici, locali docce e posti lavaggio stoviglie centralizzati. L’unico handicap potrebbe essere rappresentato dalle unità abitative a 4 posti che, qualora utilizzate da adulti e per la massima capienza, potrebbero risultare poco abitabili. Per chi oltre al mare intende visitare la cittadina, si consigliano la suggestiva darsena, le calli e le piazzette del centro storico, quello che una volta era l’antico borgo medioevale, con le sue stradine e vicoletti, cinta di mura e botteghe.
 
PALAU
Zona Nord Orientale della Sardegna – Telefono 0789 702023 – Sotrin 1732205 – Ricettività: Mini Alloggi base (4 letti),Bungalow (2 letti) e Campeggio militare

Palau è situato nel nord-est della Sardegna, a 40 Km da Porto Rotondo, 20 da Porto Cervo, 25 da Cala di Volpe, 15 da Baia Sardinia e 25 da Santa Teresa Gallura. Di fronte all’abitato, si può ammirare un panorama da sogno: l’Arcipelago con Caprera e il suo centro velico, la spiaggia rosa di Budelli, Spargi e Santa Maria. E poi il mare del Sud della Corsica, con le isole di Lavezzi e Cavallo. Una località accarezzata dal vento, con interminabili dune e tanto, tanto mare intorno. Vento, acqua, mare, sabbia e granito dipingono gli scenari della costa di Palau: dalle dune della foce del fiume Liscia a occidente fino al Golfo delle Saline, si rincorrono paesaggi di grande suggestione. Per gli amanti della vela, nella penisoletta dell’Isola dei Gabbiani ogni anno si svolgono importanti competizioni di Windsurf e Kitesurf con partecipanti da tutto il mondo. A oriente del porto di Palau, in pochi minuti, si arriva alla famosa roccia dell’Orso, una collina granitica di 122 metri modellata nel tempo dagli agenti atmosferici, a forma di orso che guarda verso il mare. L’Orso risale, come tutte le rocce di questa zona, al tardo paleozoico, databile fra i 250 e i 340 milioni di anni fa. La roccia vulcanica cristallina, erosa nelle parti meno compatte da caldo, freddo, acqua e vento, ha assunto nel corso dei millenni l’immobile e maestosa minacciosità di un Orso. Amatissimo dai turisti, il gigante di pietra domina il paesaggio e lo caratterizza.

TORNA ALL’INDICE

PIANE DI MOCOGNO
Rotabile Modena, Abetone – Telefono 0536 45006 – Ricettività: Camere con servizi (1, 2, 3 e 4 letti)
Il soggiorno, costituito da un fabbricato a due piani, è situato su un’ampia distesa di prato a 1310 m s.l.m. sull’Appennino Tosco-Emiliano in località Lama di Mocogno, circondario di Pavullo nel Frignano. Fa parte di un complesso che include una superficie di circa due ettari di terreno recintata ed alberata, in parte sistemata a giardino ed in parte tenuta a prato naturale. La base logistica è dotata di locali d’uso generale e di camere con servizi, tutte sistemate al primo piano. Durante il soggiorno vengono organizzati tornei di bocce, carte, biliardo, serate danzanti e karaoke. Il comprensorio sciistico si articola negli impianti di risalita e di innevazione artificiale del Demanio (m. 198), del Poggiaccio (m. 250) e del Duca (m. 650). Il paese di Lama di Mocogno offre una piscina scoperta, campi da tennis, bocce e ruzzola, piste per motocross e go-kart. Nel comune si può praticare la pesca sportiva in due laghetti attrezzati. Il punto più alto è la cima del monte Cantiere, a 1.617 metri di quota, mentre il centro abitato di Piane di Mocogno si trova a circa 1.300 metri. Il luogo è anche meta di turismo estivo ed, essendo distante 66 km da Modena, è facilmente raggiungibile per sfuggire al caldo della pianura e passeggiare nei facili sentieri tra i boschi. La località è infatti nota per la purezza dell’aria che permette una visibilità ottimale, non solo per le osservazioni astronomiche, ma anche per quelle panoramiche in quanto da qui, e in particolare dal Monte Cantiere, è possibile ammirare gran parte dell’Appennino nord occidentale. È inoltre da segnalare, per gli amanti della “Rossa”, la vicinanza con Maranello e Fiorano dove gli appassionati potranno visitare il famoso “Museo Ferrari” e magari assistere ad alcune “prove” sul circuito di proprietà della Scuderia Ferrari.
RIVA DEL GARDA
Telefono 0464 555345 – Fax 0464 555345 – Sotrin 1248750 – Ricettività: Mini Alloggi (3, 4 e 5 letti)

Il Soggiorno lacustre è situato alla periferia nord dell’abitato di Riva del Garda, su una superficie di circa 25.000 mq. Collocato nella struttura “Caserma Cella-Lipella”, è costituito da minialloggi di varie tipologie forniti di ogni comfort, distribuiti tra due edifici a tre piani e Villa San Nicolò, da cui si gode di una magnifica vista sul lago. Al suo interno, vengono organizzate varie serate danzanti e spettacoli all’aperto. Inoltre, gli enti pubblici locali organizzano molteplici attività tra le quali sagre e feste alpine. Numerose sono le discipline sportive che si possono praticare nella zona, tra le quali il windsurf, il ciclismo (con diversi percorsi panoramici a difficoltà variabile), l’arrampicata sportiva, l’equitazione e la vela, che vanta un campo da regata internazionale. Per i meno esperti vengono organizzati appositi corsi. Per gli amanti della natura, la possibilità di passare da 65 a 2000 m attraverso sentieri posti su rocce a picco sul lago che si snodano tra macchie di vegetazione diverse, rappresenta una delle caratteristiche più affascinanti di questa zona. I principali monumenti storici sono il palazzo Pretorio (1375), che sotto la loggia ospita lapidi romane, medioevali e moderne; la Rocca, fortezza sul lago del XII secolo circondata dal canale con ponte levatoio; le porte nelle mura medioevali; la torre Apponale prospiciente il porto; il Bastione, fortezza veneziana costruita sulle pendici del Monte Rocchetta ad una altezza di circa 160 m. Il Museo Civico ha sede nella Rocca, che è pure luogo di frequenti attività culturali, specie nel periodo estivo. Di notevole interesse paesaggistico sono il Lago di Tenno (6 km a nord), il Lago di Ledro (5 km ad ovest) con il suo museo di paleoetnografia, le Cascate del Varone (3 km a nord) e la piccola frazione di Pregasina (7 Km direzione val di Ledro), con spettacolare veduta sul lago di Garda.

TORNA ALL’INDICE

ROCCARASO
Altopiano del Prato – Telefono 0864 602028 – Ricettività: Camere con servizi (3 e 5 letti)
Ubicato in località Altopiano del Prato, a 1236 metri di altitudine, il soggiorno si trova al centro di un bosco di querce di circa 4 ettari. Situato a breve distanza dal Parco Nazionale d’Abruzzo e dal Parco Nazionale della Maiella, durante la stagione estiva, può essere utilizzato come base di partenza per numerose escursioni alla scoperta della natura ancora incontaminata delle montagne d’Abruzzo, che custodiscono gelosamente parchi d’incomparabile bellezza. Durante l’inverno, gli appassionati degli sport invernali hanno a disposizione 100 km di piste nei vicini campi da sci di Pizzalto, Montepratello e Aremogna dotati, recentemente, anche di impianti d’innevamento artificiale. Inoltre, sono facilmente raggiungibili numerosi centri abitati di grande interesse artistico e paesaggistico: Sulmona, Castel di Sangro, Pescocostanzo, Rivisondoli, Palena, Fara San Martino, Pescasseroli, Scanno, Campo di Giove e, non ultimo, Roccaraso, situato ad appena 2 km dal Soggiorno. Oltre allo sci, Roccaraso è il luogo adatto per praticare diversi sport: ciclismo, pattinaggio artistico a rotelle ed equitazione mentre la principale attrattiva estiva è il parco della Maiella.
SANREMO
Via Lamarmora, 317 – Telefono 0184 502666 – 0184 502667 – Fax 0184 541016 – 0184 502670 – Sotrin 1142469 – Ricettività: Camere con servizi (1, 2, 3 e 4 letti)

Il soggiorno di Sanremo è situato in una posizione eccellente nel centro dell’omonima famosa cittadina nel cuore della riviera ligure, una delle coste più belle d’Italia. Le camere sono munite di frigo bar, televisore, telefono e cassetta di sicurezza. La spiaggia, distante circa 2 km dalla base, è costituita da un arenile e da una battigia in cemento utilizzato come solarium. Lo stabilimento, collegato con un servizio navetta, è dotato di tutte le attrezzature utili per rendere pienamente soddisfacente la permanenza. Per i soggiornanti vengono organizzate serate danzanti, proiezioni di film, gite turistiche, tornei di calcetto, pallavolo, ping-pong, biliardo e carte. La sua favorevole posizione permette di visitare luoghi incantevoli quali Nizza, Montecarlo e altre splendide località della Costa Azzurra. La Pigna, ovvero la parte più vecchia della città, è abbarbicata alla collina e disposta ad anelli concentrici; fra i suoi carruggi si incontrano monumenti e piazze storiche a ridosso delle vie più centrali. La Chiesa Russa Ortodossa è un tipico esempio di architettura in stile bizantino situata vicino al centro della città, accessibile liberamente ai fedeli del culto e ai visitatori. Sanremo è una località turistica rinomata per la floricultura (celebrata ogni anno con il corso fiorito “Sanremo in Fiore”), da cui il nome di Città dei Fiori. Ogni anno, ospita l’arrivo della corsa ciclistica Milano-Sanremo (una delle più importanti classiche del ciclismo), il Festival della canzone italiana, il rally di automobilismo, la tappa italiana dell’European Poker Tour, ed è sede del Casinò (uno dei quattro presenti in Italia). Affascinante è l’entroterra sanremese ricco di misteri e sapori antichi. Bussana Vecchia è un autentico museo a cielo aperto che fu distrutto da un disastroso terremoto nel 1887 e quindi abbandonato 7 anni dopo. Il processo di rinascita di Bussana Vecchia risale ai primi anni ’60, quando Clizia, ceramista e pittore torinese, lanciò assieme al pittore Vanni Giuffrè l’idea della Comunità Internazionale degli Artisti, dove pittori, scultori, musicisti, scrittori, poeti, avrebbero potuto vivere dedicandosi integralmente al proprio lavoro. A loro, se ne aggiunsero ben presto altri provenienti, oltre che dall’Italia, da ogni parte di Europa, arrivando alla fine degli anni sessanta a una trentina di artisti.

TORNA ALL’INDICE

TARVISIO
Via Romana, 60 – Telefono/Fax 0428/40373 – Mobile 329 7958291 – Sotrin 1261050 – email: info@bltarvisio.esercito.difesa.it – Ricettività: Camere con servizi (1, 2, 3 e 4 letti) e Mini Alloggi (1, 2, 3 e 5 letti)

Il Soggiorno, situato a pochi passi dal centro di Tarvisio, ridente località delle Alpi Giulie al confine con Austria e Slovenia. Gli impianti di risalita, distanti circa 1 Km nel comprensorio di Camporosso, vantano 50 Km di piste da discesa (una illuminata per lo sci notturno) e oltre 100 Km di piste da fondo. Gli impianti di Sella Nevea, già sede dei campionati mondiali 2006, distano 11 Km. E’ inoltre possibile svolgere sci-alpinismo su percorsi che si dipanano tra splendidi panorami montani e una foresta millenaria. In estate, è possibile godere di una natura incontaminata con escursioni e passeggiate su sentieri alpini tra foreste e i laghi di Fusine e Cave del Predil nonché partecipare a sagre con degustazioni, mercatini tipici, feste e eventi vari organizzati dalla locale azienda di soggiorno. Nelle vicinanze, sono presenti una scuola di slee-dog (slitte trainate da cani), noleggi canoe e windsurf sui laghi, il museo storico militare delle Alpi Giulie (Cave del Predil a 9 Km), il palazzo Veneziano con museo etnografico (Malborghetto a 15 Km) e le famose località di Villach (20 Km) e Kranijska Gora (20 Km). Per godere di una vista ineguagliabile sull’intera catena delle Alpi Giulie, non c’è niente di meglio che raggiungere, attraverso il suggestivo Sentiero del Pellegrino che si snoda tra i boschi della foresta di Tarvisio, il mistico Santuario della Madonna di Lussari, circondato dal piccolo borgo omonimo, da sempre meta di pellegrinaggi di fedeli italiani, slavi e tedeschi. La tradizione narra che fu costruito nel luogo in cui avvenne un’apparizione della Madonna. Per gli amanti dello sci, dalla vetta del Monte Lussari, parte la Pista di Prampero che offre una delle più emozionanti discese della regione. Tarvisio sorge in Val Canale a 754 metri m s.l.m.. Morfologicamente, fa parte del bacino idrografico del Danubio e del Mar Nero, infatti, il fiume Slizza (Gailitz in tedesco) che attraversa Tarvisio sfocia nel Gail ad Arnoldstein. Sul Monte Forno vi è la triplice frontiera, punto in cui si incontrano i confini di Italia, Austria e Slovenia. Tarvisio è famosa anche per la stazione meteorologica, ubicata all’interno base logistica, punto di riferimento per lo studio dei fenomeni meteo alpini.

TORNA ALL’INDICE

VALLECROSIA
Via Roma, 163 Vallecrosia, Imola – Telefono/Fax 0184 251351 – Ricettività: Mini Alloggi (2, 4, 5 e 6 letti) – Dipendenza Sanremo
Il comune di Vallecrosia è situato sul Mar Ligure presso la foce del torrente Verbone (detto anche Crosia), a circa 12 km dal confine con la Francia e a circa 40 km dal capoluogo della regione. Il soggiorno è un distaccamento di quello di Sanremo (distante 15 km) ed è situato sulla riviera tra Bordighera e Ventimiglia. La sua posizione geografica e il proverbiale clima della “Riviera dei Fiori” di cui beneficia tutto l’anno, favoriscono il turismo, sia nel periodo invernale che in quello estivo, grazie all’utilizzo di una spiaggia (ciottolosa, lunga circa 1 km). All’interno della base, vengono organizzate simpatiche serate musicali e di animazione. Nelle piazzette del centro storico di Vallecrosia alta, la seconda domenica di ogni mese ha luogo un interessante mercatino tipico. Vallecrosia Alta conserva piuttosto bene l’impianto medievale, con le case dai tetti rossi, in parte ancora in coppi, come nella vicina Costa Azzurra. All’arrivo in paese, si nota subito una torre di difesa cinquecentesca, mentre, all’interno dell’abitato vicino all’Oratorio di S. Maria delle Grazie, ne sorge un’altra, sempre del XVI secolo. Nel piccolo centro vi sono alcune chiese: la parrocchia di Sant’Antonio Abate, di origine tardo-medievale (ma rifatta nel 1737) che conserva all’interno due notevoli statue lignee settecentesche di Giovanni Maragliano, nipote del celeberrimo Anton Maria, nonché una pala del 1675 di Giovanni Battista Casoni, cognato del pittore genovese Domenico Fiasella. Seguono l’oratorio dell’Assunta, con campaniletto triangolare e all’interno stucchi settecenteschi; e poi Santa Maria delle Grazie, la parrocchiale più antica, seminascosta in un uliveto, che va segnalata per lo spoglio e suggestivo interno con tetto ligneo sorretto in senso longitudinale da un’unica trave, che è un tronco privato solo della corteccia. Ma tutto il nucleo di Vallecrosia alta è da scoprire: al visitatore, che lo percorrerà con la dovuta calma e lentezza, potrà rivelare una serie di scorci suggestivi, dalle facciate dipinte ottocentesche di piazza Verdi, alle porte dipinte dalla pittrice Imelda Bassanello con simpatiche scene di antiche botteghe immaginarie, alle case-torri, come quella tra via Dritta e via Soprana, alla porta civica con barbacani all’ingresso del paese lungo il Verbone.

TORNA ALL’INDICE

.